RECUPERO DELLE IMPOSTE IN CAPO ALL'AMMINISTRATORE DI UNA SOCIETÀ' DI CAPITALI ESTINTA. Corte di Cassazione, ord. n. 15377 DEL 20.07.2020.

Il recupero delle imposte in capo all'amministratore di una società di capitali ormai estinta è subordinato alla notifica da parte dell'Agenzia delle Entrate di un atto contente la pretesa e le ragioni per le quali egli è obbligato, in base a specifici presupposti, di versare l'imposta accertata in capo alla società. Lo ha confermato la Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 15377 del 20 luglio 2020.
Non è sufficiente la notifica della cartella intestata alla società in quanto l'ex amministratore deve essere messo nelle condizioni di contestare la fondatezza della pretesa impositiva.