CORTE DI CASSAZIONE, ORDINANZA N. 20701 DEL 30/09/2020 IN TEMA DI IMPOSTA DI REGISTRO

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 20701 depositata il 30 settembre 2020 in tema di imposta di registro, ha chiarito che al fine di stabilire se un'abitazione sia di lusso e, come tale, esclusa dai benefici per l'acquisto della c.d. "prima casa", la superficie utile deve essere determinata avendo riguardo alla "utilizzabilità degli ambienti", a prescindere dalla effettiva abitabilità degli stessi-
Tanto poiché il parametro idoneo ad esprimere il carattere "lussuoso" di una abitazione è costituito dalla superficie utile che non può, pertanto, identificarsi restrittivamente con la sola superficie abitabile.
L'art. 6 del D.M. 2 agosto 1969 n. 1072 deve essere infatti interpretato nel senso che è "utile" tutta la superficie dell'unità immobiliare diversa dai balconi, dalle terrazze, dalle cantine, dalle soffitte, dalle scale e dal posto auto e che nel calcolo dei 240 mq rientrano anche le murature, i pilastri, i tramezzi e i vani di porte e finestre.